Il marchio Mastro Lindo è famosissimo in Italia così come in tutto il mondo, ed è sinonimo di pulizia efficace e profonda su ogni superficie.

Questo detergente in gel, venduto in un nuovo formato, decisamente compatto, promette di migliorare ulteriormente le operazioni quotidiane di pulizia della casa.

Review

CONCENTRATO E MULTIUSO

Scegliere un prodotto per la pulizia della casa nel formato concentrato comprende innumerevoli vantaggi tra cui, principalmente il fatto che il ridotto ingombro della confezione permette di trasportare meno peso e occuparne meno in casa. Poi, ovviamente un imballaggio di minor volume significa anche che il processo produttivo è stato più snello e che lo smaltimento sarà altrettanto maggiormente ecosostenibile.

Altra caratteristica assolutamente positiva di questo prodotto è il fatto che sia un detergente multisuperfice. Se riuscisse davvero ad essere un valido prodotto in grado di dare risultati apprezzabili sia nella pulizia dei pavimenti che su altre superfici della casa, sarei la prima a gioirne. Volete mettere il risparmio in soldi e tempo nell’avere a disposizione un solo prodotto invece che uno specifico per ogni superficie? Ovviamente il mio discorso non vale per mobili particolarmente delicati, su cui io stessa non mi azzarderei mai ad utilizzare un qualcosa di troppo generico.

Però la curiosità era tanta, così provare questo prodotto è stata una sfida che mi ha stimolata particolarmente.

Sulla confezione è riportato che il prodotto è utilizzabile in due modi:

– diluito per la pulizia dei pavimenti

– direttamente sulla spugna o sulle superfici, puro, per le superfici piane o verticali (gli esempi forniti vanno dal piano cottura ai vetri, fino a quasi tutte le superfici verticali).

IL PRODOTTO

La confezione compatta di cui tessevo le lodi poche righe fa presenta una grafica colorata e molto accattivante, su cui spiccano tra le varie cose il simpatico faccione di Mastro Lindo e l’indicazione della formulazione in gel. In alto, di un bel colore rosso, troviamo una striscia informativa che ci informa che una goccia di questo prodotto presenti un potere pulente pari a 2 volte e mezzo l’equivalente di detergente diluito. La bottiglia, seppur compatta, garantisce lo stesso numero di utilizzi della bottiglia da un litro.

Io ho provato la profumazione al limone, che ho trovato ottima, intensa e gradevole, anche se una volta utilizzato il prodotto, sembra svanire troppo velocemente (ed è davvero un peccato). Al supermercato ho dato anche un’annusata veloce alle altre profumazioni, tutte molto delicate, ma continuo a preferire quella al limone che ho avuto modo di provare.Tra le varianti proposte, ce ne sono anche un paio specifiche per superfici delicate e per il bagno, che risolvono il problema che mi ponevo prima sull’utilizzo su diverse superfici della casa senza pensieri.

TAPPO DOSATORE ANTI-SPRECO

Mastro Lindo Gel presenta un’ulteriore innovazione che, personalmente, ho trovato molto utile: l’innovativo tappo dosatore, concepito per rilasciare sempre la dose giusta di prodotto, evitando calcoli e sprechi.
Tramite una stretta forte e decisa della bottiglia, il prodotto viene infatti rilasciato automaticamente, sia che avessimo la necessità di diluire il prodotto per pulire i pavimenti, sia che dovessimo utilizzarlo puro direttamente sulla spugna o sulle superfici da pulire.
Dosare il prodotto è veramente facilissimo con questo sistema, basta una stretta sicura ed il flusso si interrompe al punto giusto, senza nessuna difficoltà.
La dose rilasciata è perfetta per la pulizia dei pavimenti, da diluire in un secchio con 5 Litri d’acqua, mentre l’ho trovata eccessiva per la pulizia delle piccole superfici. Questo è soprattutto vero considerata la quantità di schiuma che riesce a fare, che nel secchio non dà particolare fastidio, ma che nelle operazioni di pulizia con un panno o una spugna crea qualche difficoltà aggiuntiva perché necessita di almeno un paio di risciacqui.

LE MIE IMPRESSIONI

Prima di scrivere le mie impressioni sul prodotto, ne ho testato l’efficacia su diverse superfici e in entrambe le modalità (puro e diluito).

– PULIZIA DEI PAVIMENTI: dosare il prodotto è veramente semplice come lo descrivevo prima: basta una strizzata energica e il fantastico tappo dosatore farà tutto da solo in un attimo, senza pensieri.

Io ho utilizzato sia il classico spazzolone insieme ad uno straccio sottile che un mocho. In entrambi i casi l’operazione di pulizia è stata abbastanza piacevole, dato l’intenso profumo di limone sprigionato. La schiuma prodotta è molta, ma nel secchio non dà alcun fastidio. L’efficacia è facilmente verificabile: io credevo che i pavimenti di casa mia fossero abbastanza puliti, invece ho visto l’acqua nel secchio diventare nera con una velocità imbarazzante. Povera me!
Inoltre i miei pavimenti sono per la maggior parte bianchi e porosi, quindi non ho potuto apprezzare particolarmente l’effetto lucido finale. Per fortuna in bagno ho le piastrelle bianche e lisce (per fortuna solo in questo caso, vi lascio immaginare le imprecazioni ogni volta che qualcuno si fa la doccia o quando cade qualcosa) e devo dire che l’effetto finale dopo una passata di straccio è veramente piacevole: pavimento liscio, pulito e profumato.
Ho anche provato ad utilizzare Mastro Lindo Gel sui pavimenti dello studio del mio compagno, che sono diversi dai miei, e posso dire con assoluta certezza che il prodotto si conferma valido ed efficiente.
Sono rimasta piacevolmente colpita anche dai tempi di asciugatura, veramente ottimi. Peccato soltanto che il profumo, per quanto potesse sembrare intenso, sia svanito praticamente in un lampo.

– PULIZIA DELLE SUPERFICI: ho utilizzato il prodotto sui mobili della cucina, che sono tutti in legno ed in plastica. Su quelli più delicati o sui pensili difficili da raggiungere ho prima spruzzato una quantità minima di prodotto su una spugna o un panno e poi sul mobile, mentre per le altre superfici (tavoli e superfici orizzontali in generale) ho depositato Mastro Lindo Gel direttamente ed ho successivamente passato il panno. L’entusiasmo che avevo dimostrato con i risultati raggiunti nella pulizia dei pavimenti si sono attenuati di molto. Questo prodotto lucida moltissimo ogni superficie, ma se incontra una qualsiasi macchia fa finta di non vederla e passa oltre. A parte le macchie “fresche” ho dovuto strofinare molto e con insistenza per ottenere dei risultati. In compenso ho però ottenuto una notevole quantità di schiuma, che ha reso necessario più di un paio di cicli di risciacquo (sulla confezione l’indicazione di dover risciacquare è riportata chiaramente, ma comunque non mi aspettavo che facesse tutta quella schiuma). Un ottimo lavoro è stato fatto sulle fughe delle piastrelle del muro, che sono state pulite senza troppa fatica, semplicemente strofinando leggermente con le unghie e una spugnetta.
Come accennavo anche in precedenza, per la pulizia con detergente puro è necessaria una quantità ancora minore di prodotto.

– LAVELLO E PIANO COTTURA: data la semplicità di risciacquo del lavello rispetto alle altre superfici, l’operazione di pulizia è stata più agevole. Mastro Lindo ha svolto un lavoro egregio, e lo stesso posso dire dell’operazione di pulizia del piano cottura (il mio è in acciaio). Purtroppo, come avevo previsto, non ha scalfito minimamente le macchie di unto o comunque quelle più ostinate, ma ha svolto un buon lavoro per quanto concerne la pulizia generale.

CONSIDERAZIONI FINALI

Dopo averlo provato un po’ ovunque a casa posso dire che continuerò ad utilizzare Mastro Lindo Gel concentrato per la pulizia dei pavimenti, che ho trovato in assoluto il punto di forza di questo prodotto. Per quanto riguarda invece le altre superfici, il prodotto non mi ha convinta e credo che lo utilizzerò solo per le “emergenze” o per ottenere un bell’effetto di superficie lucida e profumata.

Mastro Lindo Gel Concentrato

2,49 €
9

confezione

10.0/10

efficacia

8.0/10

praticità

10.0/10

profumazione

8.0/10

durata

9.0/10

Pros

  • tappo dosatore
  • poco ingombro
  • niente sprechi
  • profumo intenso
  • efficace sui pavimenti

Cons

  • poco efficace sulle altre superfici
  • profumazione poco duratura
  • troppa schiuma